mattress


MARCO BONI, DIRETTORE D'ORCHESTRA

Nasce in una famiglia di musicisti e studia il corno ed il violoncello, diplomandosi in quest’ ultimo presso il Conservatorio di Milano sotto la guida di Rocco Filippini.
Intraprende presto una brillante carriera violoncellistica e, oltre al ruolo di primo violoncello presso il Teatro Comunale di Bologna, viene regolarmente invitato in importanti festival internazionali collaborando con solisti di rilievo internazionale quali Salvatore Accardo, Yuri Bashmet, Giuliano Carmignola, Bruno Canino, Bruno Giuranna, Paul Tortelier, Sandor Vegh.

Nel 1987 Marco Boni rinnova i contatti con Sergiu Celibidache, dal quale, all’età di undici anni,
aveva appreso i primi rudimenti di direzione d’orchestra.
La carriera direttoriale di Marco Boni ha una importante svolta nel 1994 quando, dopo un tour nelle principali città italiane, viene nominato Direttore Principale della Concertgebouw Chamber Orchestra di Amsterdam, ruolo che tuttora ricopre.
Seguono nello stesso anno il debutto al Teatro Comunale di Firenze con l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino e un tour in Italia alla testa della Scottish Chamber Orchestra che si conclude con successo al Festival Mozart di Rovereto. Marco Boni negli anni ’80 è stato uno dei fondatori e violoncello solista dei Virtuosi Italiani, che ha diretto con successo in Italia, in Svizzera, in Spagna e nel 2001 al Festival di Turku, Finlandia. Con lo stesso complesso ha inciso per la casa discografica Chandos in prima registrazione assoluta i concerti per pianoforte di Nino Rota.

Marco Boni è regolare ospite di alcune tra le principali orchestre europee, recentemente ha effettuato due tour in Spagna con la North Netherlands Symphony Orchestra debuttando nel repertorio mahleriano.
Con la Concertgebouw Chamber Orchestra ha effettuato tour in Francia, Spagna (9 tour),
Italia (6 tour), Belgio, India, Giappone (2 tour), Svizzera e recentemente in Portogallo con la pianista Maria Joao Pires, ottenendo ovunque unanimi successi di pubblico e di critica.
Nel 2002 è stato invitato a prendere parte ad un concerto nel quadro del Floriade happening di Amsterdam, dividendo la serata con Riccardo Chailly con la Royal Concertgebouw Orchestra, evento registrato dalla televisione olandese.

Nel 2005 Marco Boni è stato nominato Direttore Musicale dei Wiener Kammersymphonie, orchestra da camera di recente fondazione, formata da membri delle migliori orchestre viennesi e austriache, tra le quali: Wiener Philharmoniker, Wiener Symphoniker, Camerata Salzburg, con la quale ha debuttato nel marzo 2006 in Spagna.

Nel settembre 2006 ha festeggiato un’ottavo di secolo (12 anni e mezzo) di collaborazione con la Concertgebouw Chamber Orchestra in occasione del tour italo-svizzero con il solista Misha Maisky.

Marco Boni la prima registrazione discografica degli arrangiamenti di Mahler dei quartetti “La Morte e la Fanciulla” di Schubert e dell’op. 95 di Beethoven, acclamati unanimemente dalla critica di tutto il mondo, viene definita dal BBC Music Magazine la migliore incisione attualmente disponibile sul mercato discografico di questo repertorio.
Seguono 4 registrazioni con il sistema Super Audio CD per la casa Pentatone Classics
(nuova nata dopo la chiusura della Philips Classics), con musiche di Haydn, Mozart, Mendelssohn, Schubert e Cajkovskij, tutte accompagnate da lusinghiere critiche sulle maggiori riviste musicali del mondo. Recentemente è uscito sul mercato un CD con musiche di Vivaldi e Bach, registrato per la casa discografica Victor con i Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna.

Dopo il trionfale successo di Marco Boni alla testa dell’Orchestra del Teatro Regio di Parma nel tour indiano 2006, uscirà a breve con la stessa orchestra, il Coro del Teatro Regio di Parma ed il Basso Michele Pertusi un doppio CD interamente dedicato alle musiche di Giuseppe Verdi.


Biografia | Recensioni | News | Contatti | Discografia | Link | Galleria fotografica | home page eng © Marco Boni